Rainews 24 servizio sull’Energy Catalyzer di Rossi

Servizio speciale di Rainews 24 trasmesso in prima serata sabato 14-maggio-2011

About these ads
Questa voce è stata pubblicata in Energy Catalyzer, Fusione Nucleare Fredda, Nuove Energie Primarie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Rainews 24 servizio sull’Energy Catalyzer di Rossi

  1. Ribot ha detto:

    Scusate, sto ridendo sotto i baffi. Sono contento dell’eccezionale invenzione di questi autentici eroi della scienza. Grazie al loro lavoro si rivoluzionerà l’intero pianeta. NESSUN politico o economista, ha ancora avuto il coraggio di parlarne. Saranno i primi a rimetterci lo “stipendio” in quanto inadeguati e inutili per il nostro futuro sicuramente migliore e lo sanno…

  2. Francesco DAZZO ha detto:

    Quando il diavolo vuol metterci la coda? Già cominciano i denigratori a tentare di far opera di smantellamento? Ma fuciliamoli sulla pubblica piazza a colpi di pomodoro sfatto…
    Se l’apparecchio fornisce ENERGIA TERMICA, per quali altri scopi “negativi” potrebbe prestarsi? Per riscaladre una pentola d’acqua da lanciare addosso a chi sta antipatico?

  3. Maurizio Staffetta ha detto:

    I cosiddetti “scopi negativi” sono in realtà le perdite economiche delle lobby petrolifere e del nucleare classico a fissione, quando petrolio ed uranio non avranno più importanza strategica. Per salvare il pianeta dalla autodistruzione qualcuno dovrà (finalmente) soccombere.

  4. efisio ha detto:

    sono estremamente possibilista sulla eventualità di una apertura verso questo coraggioso tentativo ,dovremo sostenerli , essi dovranno necessariamente procedere attraverso un percorso insidiosissimo,cito alcune lobby …petrolio per citarne una a caso!IN BOCCA AL LUPO!

  5. David ha detto:

    Continuo a rimanere basito dalla totale assenza di notizie su questa scoperta in tutti i principali organi di informazione.
    Oggi ho comprato focus. C’era un servizio sulle fonti alternative. Si parlava di tutto compresa la fusione nucleare a caldo per la quale si stanno spendendo cifre fuori da ogni logica per la prima centrale in Francia pronta nel 2020 ma che potrà potrà produrre energia solo dal 2050!!!!
    Neanche un cenno sull’energy catalyzer.
    Mi chiedo perchè tutto questo silenzio. Se si parla di follie come la fusione nucleare a caldo perchè non parlare anche dell’energy catalyzer?

  6. corrado ha detto:

    Credo che il fenomeno sia molto interessante. Così come sono confortanti le evidenze della sperimentazione e i risultati ottenuti. Ritengo corretto anche il distacco che la comunità scientifica mantiene e che dovrebbe permettere di certificare solo risultati certi e spiegabili sia con la pratica che con la teoria.
    In fin dei conti una scoperta di questa portata, anche dovesse richiedere a questo stadio altri 6/12 mesi di sperimentazioni e verifiche, vale l’attesa e la cautela.

    Anche io sono convinto che questa scoperta è vista non bene dalla major ma sono altresì sicuro che c’è anche chi sta tentando di capire se c’è realmente della sostanza per fare degli investimenti.
    In piccolo, altre rivoluzioni, che hanno sconvolto le economie di scala di major e lobbies come l’MP3 sono riuscite ad emergere grazie all’attenzione e l’investimento di player minori sul mercato.

    Sicuramente un argomento comunque da seguire e da promuovere per mantenere vivo l’interesse.

    Per chiudere anche se han dedicato piccoli spazi mi piace citare alcune delle pubblicazioni che fino ad ora hanno seguito questa scoperta:
    - il resto del carlino e la repubblica, 14 gennaio 2011
    - sole 24 ore, 25 marzo 2011
    - il fatto quotidiano, 22 aprile 2011
    - il tempo, 10 maggio 2011
    Per le televisioni oltre che rai news se ne è occupato anche:
    - Fox News Channel
    - Discovery News

  7. Giuseppe ha detto:

    Io invece resto veramente senza parole e sotto shock quando penso che la fusione nucleare fredda era già stata scoperta ufficialmente dall’Enea di Frascati nel 2002 quando ha ufficialmente pubblicato il cosidetto rapporto 41 derivante da tre anni di studi finanziati dal ministero per lo sviluppo economico (1 miliardo e 150 milioni di lire di allora) dove si dice chiaramente che il fenomeno era stato scoperto e ripetuto con tanto di grafici dimostranti la presenza di elio4 in relazione alla produzione di calore… Presidente dell’Enea di allora: Carlo Rubbia che non ha portato avanti gli studi rifiutando perfino di rispondere alle domande dei giornalisti (vedere archivio di Report)…

  8. mauro ha detto:

    Chi ha sponsorizzato le ricerche di Rossi e Focardi? Se la risposta é DENARO PUBBLICO TUTTI GLI ITALIANI DEVONO GODERE DEI RISULTATI DELLE LORO RICERCHE pur ricoscendo a loro meriti e il resto della vita agiata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...